Gli investigatori al lavoro a Bora

Sarà celebrato in forma riservatissima, senza comunicare pubblicamente né quando né dove, il funerale di Luciana Torri, la donna di 64 anni uccisa nella serata di mercoledì scorso, nel soggiorno della sua abitazione a Bora. Ad accoltellarla è stato il figlio 29enne Federico Verdoni. Il giovane, arrestato dai carabinieri, poco dopo avere compiuto il delitto, deve rispondere di omicidio volontario aggravato dall’efferatezza e dai futili motivi. Intanto il compagno di Luciana Torri, il fratello e la sorella hanno deciso che le esequie si svolgeranno in forma strettamente privata. Tanto che persino i manifesti listati a lutto saranno affissi solo una volta che sarà stato dato l’ultimo addio in una chiesa ignota, che non sarà quella di Borello, dopodiché la salma verrà cremata.

Argomenti:

Funerale

omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *