Malore in montagna. Muore a 27 anni, Santarcangelo in lutto

SANTARCANGELO. Amava Santarcangelo, Andrea Gavagna, ma l’ha lasciata troppo presto, a soli 27 anni, in seguito a complicazioni, dopo un recente intervento al cuore. Una morte improvvisa ed inaspettata lo ha colto mentre si trovava in vacanza in montagna, dove era andato per sciare una delle sue grandi passioni.

La sindaca Alice Parma scrive: «Hai vissuto con entusiasmo, una presenza e una vivacità incredibili con la famiglia e con gli amici, sempre sul pezzo al lavoro, da vero tifoso nello sport. Avevamo tutti tirato un sospiro di sollievo con quel saluto fuori casa dagli amici alla fine della tua battaglia. Ma ora purtroppo quel male ha colpito improvvisamente e ti ha portato via». «Chi ha avuto il privilegio di conoscerlo – sottolinea l’assessore al Patrimonio, Filippo Sacchetti – sa che è stato un punto di riferimento per la comunità. Amava la sua città più di ogni altra cosa. Di indole generosa e leale, era solito spendersi per chi era in difficoltà».

Tra le passioni di Andrea, come ricorda l’amico Gianluca Rocca, spiccavano il calcio e l’amore per la natura: era tifosissimo del Rimini. «Sapeva trovare sempre le parole giuste per far riflettere ed era dotato di pungente ironia. Con il duro lavoro in una ditta locale – conclude commosso – si era già costruito una casa». Un altro amico, Andrea Spadazzi, affida a Facebook il suo saluto: «Eri sempre carico e sorridente. Questa volta è stato davvero un colpo di quelli ben assestati sui denti. Che la terra ti sia lieve John sarai sempre il capo degli ultrà».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui