Mago Candido arrestato. A una riminese aveva spillato 350mila euro

RIMINI Arrestato a Lodi il “mago” Candido  per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata. Dal 2014 aveva accumulato una fortuna di 3 milioni e 600mila euro raggirando oltre 450 persone: la migliore cliente, però, è una vedova della provincia di Rimini, che è arrivata a pagare al sedicente mago una cifra pari a 350mila euro. Lo stregone, all’anagrafe Renzo Martini, è stato arrestato dalla Guardia di finanza di Lodi insieme a due famigliari con l’accusa di aver sottratto con l’inganno alle persone che si affidavano a lui ingenti somme di denaro, approfittando della situazione di vulnerabilità delle vittime. Dalle indagini svolte dalla tenenza di Casalpusterlengo, sotto la direzione della procura della Repubblica di Lodi, è emerso infatti che minacciava eventi infausti a danno dei clienti e dei relativi congiunti se non avessero corrisposto le somme richieste. Tra le pratiche più comuni del mago Candido, di frequente ospite nelle trasmissioni televisive del Lodigiano, c’erano esorcismi e rituali per allontanare il malocchio. Ad affidarsi a lui, anche la vedova riminese, che per i riti magici del mago era arrivata a spendere addirittura 350mila euro. Oltre a lei, però, tanti altri avevano fatto lo stesso, sborsando in molti casi anche più di 100mila euro.  

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui