RIMINI Arrestato a Lodi il “mago” Candido  per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata. Dal 2014 aveva accumulato una fortuna di 3 milioni e 600mila euro raggirando oltre 450 persone: la migliore cliente, però, è una vedova della provincia di Rimini, che è arrivata a pagare al sedicente mago una cifra pari a 350mila euro. Lo stregone, all’anagrafe Renzo Martini, è stato arrestato dalla Guardia di finanza di Lodi insieme a due famigliari con l’accusa di aver sottratto con l’inganno alle persone che si affidavano a lui ingenti somme di denaro, approfittando della situazione di vulnerabilità delle vittime. Dalle indagini svolte dalla tenenza di Casalpusterlengo, sotto la direzione della procura della Repubblica di Lodi, è emerso infatti che minacciava eventi infausti a danno dei clienti e dei relativi congiunti se non avessero corrisposto le somme richieste. Tra le pratiche più comuni del mago Candido, di frequente ospite nelle trasmissioni televisive del Lodigiano, c’erano esorcismi e rituali per allontanare il malocchio. Ad affidarsi a lui, anche la vedova riminese, che per i riti magici del mago era arrivata a spendere addirittura 350mila euro. Oltre a lei, però, tanti altri avevano fatto lo stesso, sborsando in molti casi anche più di 100mila euro.  

Argomenti:

arresto

rimini

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *