Lugo, una mostra per non dimenticare Auschwitz


Una mostra in 31 pannelli ideata e realizzata dal Mémorial de la Shoah di Parigi che ricostruisce, attraverso un’accurata cartografia e una ricca documentazione iconografica, la storia del complesso concentrazionario e centro di sterminio di Auschwitz. La versione italiana di questa mostra è stata realizzata grazie al sostegno della Regione.
L’inaugurazione, in vista del Giorno della Memoria, è prevista per oggi alle 16.30 alle Pescherie della Rocca in piazza Garibaldi 2 alla presenza del sindaco Davide Ranalli e di Giuseppe Masetti, direttore dell’Istituto storico della Resistenza.
Ad Auschwitz, intendendo anche i campi di Birkenau dove si trovavano i crematori e le camere a gas e gli altri campi satellite, sono state assassinate più di 1.100.000 persone, anche migliaia di italiani. La mostra dedica un approfondimento tematico sulle deportazioni dall’Italia di cui Auschwitz è stato il principale luogo di deportazione degli ebrei catturati nella penisola e nel Dodecaneso italiano dopo l’8 settembre 1943. Ad Auschwitz vennero condotti anche non ebrei, soprattutto donne prigioniere politiche e centinaia di donne rastrellate nella zona nord orientale e nel litorale adriatico, in particolare in Istria.

La mostra rimarrà aperta fino al 6 febbraio. Apertura il mercoledì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Per gli studenti delle scuole con i loro insegnanti è possibile la visita in mattinata prenotando allo 0545 38414.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui