Lugo, tornano i parcheggiatori abusivi

«Mi devi stare lontano e non puoi toccare nulla, non puoi stare qui, stiamo tutti lottando contro questo virus, hai capito?»: ha usato queste parole una signora uscita dal supermercato, allontanando un extracomunitario che le si era avvicinato. È successo nel parcheggio del Globo, dove un giovane nigeriano – arrivando in bici da Fusignano – si era appostato nei pressi dei carrelli cercando di rendersi “utile”, offrendosi di caricare la spesa, riconsegnare il carrello o facilitare il parcheggio. In molti però non hanno gradito quella presenza perché timorosi che le norme igieniche e di distanziamento non venissero rispettate. Qualcuno allora ha invocato l’intervento delle forze dell’ordine per verificare chi e cosa stesse succedendo. Una volante della polizia è arrivata sul posto; gli agenti hanno chiesto documenti e chiarimenti al ragazzo, ma non si è riusciti a certificarne le generalità, tanto che il giovane è stato poi condotto in commissariato. Nella stessa giornata altri casi sono stati segnalati in alcuni altri supermercati del Lughese: partenza simultanea, quasi come se tutto fosse stato organizzato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui