Lugo, suona al citofono della caserma e viene arrestato per evasione

Da Parma, dove era stato scarcerato, lo avevano mandato, libero e senza scorta, a scontare i domiciliari a Lugo, nella casa del padre, ma l’attesa dei militari dell’Arma nella città della Bassa si è prolungata per diversi giorni, fino a che giovedì scorso non è stato lui stesso, un senegalese di 21 anni, a suonare al citofono della caserma.

Conseguenza? Il giovane è stato arrestato per evasione e ieri è stato condotto per direttissima in Tribunale a Ravenna, tutelato in aula dall’avvocata Carlotta Benini.

«Lo aspettavamo dal 31 ottobre» ha riferito un carabiniere: già, ma il ragazzo si è presentato a Lugo solo il 3 novembre, e senza documenti.

Che cosa sia successo nel lasso di tempo intercorso ha provato a spiegarlo lui stesso, accettando di rispondere alle domande che gli sono state poste. Il 21enne, un saldatore con precedenti penali e di polizia, ha affermato di essersi recato al pronto soccorso di Parma dopo aver accusato un problema all’occhio: «Non vedevo bene» ha detto, aggiungendo di avere perso tutti documenti che portava con se, permesso di soggiorno compreso.

E così due giorni fa, giunto a Lugo in treno dopo essersi fatto prestare i soldi per il biglietto, si è diretto verso la caserma dei carabinieri e qui, come emerso ieri in aula, ha suonato al campanello.

Da parte della Procura è arrivata la richiesta di convalida dell’arresto, senza l’aggiunta di ulteriori misure cautelari, mentre la legale del giovane ha chiesto termini a difesa e procura speciale per il rito alternativo: l’istanza è stata accolta dalla giudice Federica Lipovscek, che ha inoltre disposto la trasmissione degli atti al Tribunale competente, quello di Parma, al fine di un eventuale aggravamento della misura già in essere nei confronti del 21enne.

Al Tribunale di Ravenna, invece, il ragazzo dovrà tornare per l’udienza fissata al prossimo aprile, con l’obbligo di dare alle autorità preposte una comunicazione tempestiva dell’orario di uscita e di ritorno presso il luogo dei domiciliari. M.D.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui