Lugo: Ruggeri, Pelù e Grandi a “Rossini d’autore”

La «nuova fase del teatro Rossini di Lugo si muove fra continuità per gli elementi caratterizzanti della programmazione, e novità di rilievo come “Rossini d’autore”, una fusione inedita fra la musica e la parola, fra i segreti e le dinamiche della creazione cantautorale e le emozioni che essa suscita nello spettatore».

Il sindaco della città di Francesco Baracca, Davide Ranalli, presenta così la mini rassegna che dalla metà di febbraio il giornalista Massimo Cotto condurrà presentando tre protagonisti della scena musicale italiana. Sul palco insieme a Cotto, conduttore a Virgin Radio e per vent’anni voce di punta di Radio Rai, ci saranno infatti Enrico Ruggeri, Irene Grandi e Piero Pelù. La formula, quella del “teatro del camino”, «la più adatta – spiega il giornalista – per raccontare le storie delle canzoni e quelle degli artisti perché abbatte le distanze fra chi è sul palco e chi è in platea. Gli artisti parlano dei loro ricordi, spiegano i motivi di una scelta o il significato di un verso, e naturalmente eseguono alcuni dei loro brani, non per forza i più famosi. Questa modalità, come hanno dimostrato tanti incontri che ho condotto nel vecchio millennio, li stimola a uscire dalla strada maestra, e anche a scegliere di eseguire brani non programmati ma conseguenti alla nostra conversazione».

Protagonisti di Rossini d’autore quindi, il 17 febbraio Enrico Ruggeri, il 10 marzo Irene Grandi e infine il 21 aprile un altro fiorentino, Piero Pelù.

«Il sottotesto della rassegna – spiega Cotto – è una presenza forte dell’elemento femminile, visto che anche Pelù ma soprattuto Enrico Ruggeri hanno raccontato questo universo con sensibilità maschile ma con rispetto e intuito. Inoltre tutti e tre si muovono al confine fra musica d’autore, rock e anche blues. Ma ciò che li accomuna soprattutto è l’assenza di ogni snobismo culturale: salgono, sì, sul palco di Sanremo, ma lo fanno a modo loro, portandovi se stessi». Elemento di pregio della rassegna, va da sé, anche l’esperienza e la profonda conoscenza dell’ambiente musicale di Massimo Cotto, autore prolifico di oltre 70 libri spesso scritti con artisti come Ligabue e Guccini. Il giornalista ha guidato per oltre dieci anni Sanremolab e Area Sanremo che sceglie i giovani per il festival, e per tre anni ha presieduto la giuria del Primo Maggio di Roma, inoltre è cavaliere al merito e ufficiale della Repubblica italiana. Sotto la sua guida, «i tre cantautori – conclude – di cui il pubblico ulteriormente apprezzerà la profondità e la vena di malinconia capace di dar vita all’arte, si proporranno in spettacoli irripetibili e, ci auguriamo, indimenticabili».

Gli incontri iniziano alle 21. Biglietti: 25-15 euro.

www.teatrorossini.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui