Lugo, rifiuti porta a porta entro marzo ’22

«L’avvio del porta a porta della raccolta dei rifiuti nei comuni della Bassa Romagna sarà per step ed entro marzo 2022». A preannunciarlo è la sindaca Paola Pula, che nell’Unione detiene la delega all’ambiente. A breve, e con almeno tre mesi di anticipo, saranno comunicate le date esatte tramite dettagliate lettere inviate dal gestore, Hera.

Tuttavia il servizio di raccolta domiciliare potrà essere misto o integrale. Nel primo caso (zone residenziali e centri storici di Bagnara di Romagna e Alfonsine) interesserà i rifiuti indifferenziati e organici, mentre rimarrà stradale la raccolta di carta/cartone, plastica e lattina, vetro e vegetale. Nella modalità integrale prevista nelle altre zone (aree artigianali e industriali, forese e centri storici degli altri sette Comuni e relative frazioni), tutti i contenitori stradali saranno eliminati per essere sostituiti dalla raccolta domiciliare di qualsiasi tipologia di rifiuti.

Dall’Unione confermano le fototrappole per scovare chi porta rifiuti da comuni diversi o chi evita di differenziare, e ulteriori controlli da parte degli agenti accertatori.

«Usare i fossi come discariche è un reato – si afferma – e nessun cambio di servizio può giustificare l’abbandono dei rifiuti, che quindi va disincentivato e perseguito in tutti i modi».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui