Lugo, ribalta i cassonetti dopo l’evasione e ingerisce mix di farmaci

Già agli arresti domiciliari per un furto di sigarette all’interno di una tabaccheria lughese avvenuto l’1 ottobre, è uscito di casa vagando per via Umbria nel pomeriggio di giovedì. Alcuni passanti lo hanno notato ribaltare i cassonetti dell’immondizia, così, senza motivo. Per questo hanno chiamato le forze dell’ordine. Nuovamente arrestato per evasione dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile, un ragazzo di 26 anni è stato processato per direttissima ieri mattina. Il difensore Raffaele Coletta (sostituito in udienza dal collega Domenico Serafino) si era associato alla richiesta della procura di disporre la detenzione in una struttura psichiatrica, alla luce delle numerose violazioni dei provvedimenti restrittivi e dei precedenti tentativi di fuga dal pronto soccorso. Possibilità tuttavia non disponibile. Per questo nel pomeriggio di ieri il giudice Andrea Chibelli ha disposto il carcere, in sostituzione degli arresti domiciliari. Da ieri, tuttavia, il ragazzo si trova in ospedale in rianimazione, per via dell’ingestione di un mix di farmaci.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui