Lugo, per 5 pusher pene tra i 2 e i 4 anni

Quando serviva droga bastava rivolgersi a loro e fissare un appuntamento. Il muro è crollato con la morte di Matteo Ballardini, il 19enne abbandonato agonizzante in overdose nell’auto dagli “amici” e trovato senza vita il pomeriggio del 12 aprile 2017 in un parcheggio a Lugo. L’ennesimo filone avviato dopo quel dramma si è concluso ieri con cinque patteggiamenti, concordati con il sostituto procuratore Marilù Gattelli davanti al giudice per l’udienza preliminare Andrea Galanti. Vittorio Pinto, pizzaiolo di origini napoletane, ha patteggiato 4 anni e 4 mesi, in continuazione con una precedente condanna. A cascata erano stati individuati gli altri quattro spacciatori: il 30enne Giorgio Argellani, difeso dall’avvocato Maddalena Introna, ha chiuso la vicenda con 2 anni e 4 mesi, Armando Liguori, operaio 43enne assistito dal legale Nicola Casadio, ha aggiunto 3 mesi alla precedente pena di 3 anni e 6 mesi; 9 mesi con pena sospesa per il coetaneo Francesco D’Amore, tutelato dallo stesso difensore, infine 4 mesi (pena sospesa) anche per il 28enne Marco Ciuffoli, difeso dall’avvocato Carlo Alberto Baruzzi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui