Lugo, morta “Gina” Brunoni, l’angelo custode dei gatti

Aveva 74 anni la lughese Virginia Brunoni, amichevolmente chiamata Gina.
Il suo cuore ha cessato di battere sabato scorso all’ospedale di Lugo e la sua scomparsa ha lasciato un enorme vuoto nella comunità, soprattutto tra i tanti volontari e amanti degli amici a quattro zampe. Fu anche grazie a lei infatti, assieme all’attuale presidente Elio Geminiani, Giovanna Buscaroli e Vanessa Zaccari, se agli inizi degli anni ’90 prese forma la sezione dell’Enpa di Lugo. Che amasse gli animali non era un segreto, ma non tutti sapevano che ogni giorno, in qualsiasi condizione atmosferica, andava in bicicletta fino a Zagonara, in quelle colonie feline in cui potevano trovarsi anche un’ottantina di gatti che lei sfamava, curava e sterilizzava.

«Ha donato la vita per gli animali, con delicatezza e attenzione, con amore e impegno, in silenzio e rispetto – la ricordano le volontarie dell’Infermeria felina di Lugo -. Li ha sempre protetti, curati e sfamati. Lei si occupava delle colonie oltre che degli animali del parco Pertini; ogni essere che salvava se lo portava a casa e diventava parte della sua famiglia e della sua quotidianità. Una donna caparbia e corretta che ha fatto della sua vita una missione: proteggere e prendersi cura e dar voce a chi non ne avrebbe avuta. Ci mancherai Gina, ci mancheranno le tue parole dolci e i tuoi occhi trasparenti e sinceri».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui