LUGO. Le strade come un ring. Sta facendo molto discutere il confronto in stile street fighter o boxeur de rues di ieri in centro a Lugo. Un video pubblicato sui social e poi rimosso in cui si vedono due stranieri affrontarsi a mani nude lungo portici e viali. Immagini che stanno diventando anche un caso politico. Il filmato, condiviso anche dal deputato della Lega Jacopo Morrone, è stato visto e commentato anche dal sindaco Davide Ranalli. “Un fatto gravissimo, che condanno senza remora perché contro ogni più semplice principio di civiltà e legalità – commenta il primo cittadino -. Mercoledì mattina ho sentito Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia locale, che sono già al lavoro per identificare i protagonisti di questo fatto indecoroso. Vorrei però sottolineare una cosa di cui sono venuto a conoscenza proprio parlando con le forze dell’ordine – precisa -. A nessuno di loro, né ai Carabinieri, né alla Polizia di Stato, né alla Polizia locale è giunta alcuna segnalazione di questo fatto. Questo significa una sola cosa: che qualcuno ha certamente assistito a questo episodio, che qualcuno ha certamente girato un video a testimonianza del fatto, ma quel qualcuno non ha certamente pensato di avvisare le forze dell’ordine. E quest’ultima era l’unica cosa da fare. Siamo sempre al lavoro, insieme alle forze dell’ordine, per garantire ai cittadini legalità e ordine pubblico; per intervenire tempestivamente serve però anche la collaborazione dei cittadini. Quando si assiste a episodi di questo tipo bisogna segnalare l’accaduto, non spettacolarizzarlo sui social”.

Uno spezzone del video finito sui social e poi rimosso
Argomenti:

lugo

rissa

video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *