Lugo, la pianista Costanza Principe al “Rossini open”

Ultimo appuntamento stasera alle 20.30 al teatro Rossini di Lugo con il festival “Rossini open”, con un concerto sinfonico della Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Roberto Perata che vede la partecipazione della talentuosa pianista milanese Costanza Principe: programma classico al quadrato con la Sinfonia del Barbiere di Siviglia di Rossini, il Concerto n. 21 in do maggiore per pianoforte e orchestra KV 467 di Mozart e la Quarta Sinfonia in si bemolle maggiore op. 60 di Beethoven. Si potrà dunque fare conoscenza con una delle pianiste italiane più in vista del momento, che con Beatrice Rana (ascoltata a Lugo pochi giorni fa) condivide l’età (29 anni) e l’ultimo maestro (Benedetto Lupo all’Accademia di Santa Cecilia). Anche Costanza Principe è stata una pianista prodigio, avendo tenuto il suo primo concerto a 7 anni e il diploma con menzione d’onore a Milano a 17 (allieva di Vincenzo Balzani). Ha poi proseguito gli studi con un grande didatta inglese (Christopher Elton), si è distinta in numerosi concorsi internazionali e da pochi mesi ha dato alle stampe il suo primo cd interamente dedicato a musiche di Robert Schumann per l’etichetta olandese Piano Classics. Un percorso artistico virtuoso che l’ha portata a esibirsi con grande successo in importanti sale di concerto e a conquistarsi la stima della critica internazionale, che ha sottolineato la sua tecnica forbita, la sua particolare sensibilità nella cura del suono e la sua profonda musicalità. Tutte qualità indispensabili per affrontare una delle pagine mozartiane più amate.

www.teatrorossini.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui