Lugo, l’omaggio a Taglioni, l’inventore delle Ducati

“L’ing. Fabio Taglioni, il lughese creatore di storia”: è il progetto che vuole omaggiare il concittadino progettista delle più importanti innovazioni per la Ducati nel periodo del dopoguerra, una cui mostra inaugura oggi alle ore 10 all’Ipsia Manfredi di via Tellarini.

«È un’idea proposta dalla Cna all’interno del progetto “Mutor” – riferisce l’assessore comunale alla Cultura, Luigi Pezzi –, con il quale si vuole trovare un mezzo di coinvolgimento degli studenti che li riesca ad interessare e ad appassionare».

La rassegna, organizzata con il coinvolgimento diretto degli alunni del triennio Ipsia, comprende numerosi dei pannelli in parte allestiti alla mostra motociclistica ospitata nelle Pescherie della Rocca il mese scorso, tra l’altro visitata e molto apprezzata dai ragazzi stessi dell’Ipsia.

«L’esposizione – spiega il presidente della Cna di Lugo, Nicola D’Ettorre – intende omaggiare il genio creativo di Taglioni e al tempo stesso rinsaldare la forte sinergia tra scuola e territorio, ripercorrendo la carriera vincente di un romagnolo profondamente legato all’esperienza diretta delle officine meccaniche, come laboratorio di idee ed innovazione».

Il progetto è stato realizzato grazie anche alla disponibilità, oltre degli studenti dell’Ipsia, del dirigente scolastico del Polo, Matteo Battistelli, e della docente Federica Staffa.

Progetti innovativi

Fabio Taglioni nacque a Lugo il 10 settembre 1920: l’anno scorso diverse sono state le iniziative promosse per celebrare il 100° anniversario della nascita.

Esordì in Ducati nel 1954, quando a tempo di record progetta la nota Gran Sport “Marianna”. In quegli anni realizzò tra l’altro anche il primo motore con sistema desmodromico per moto, che permise alla Ducati di conquistare una serie di gare e campionati non solamente su strada ma anche in circuito. Creatore instancabile, lasciò la propria firma su centinaia di progetti innovativi.

La tecnologia applicata sulle moto Ducati da strada e da gara deriva ancora oggi dai progetti sviluppati dall’ingegnere lughese. È scomparso a Bologna il 18 luglio 2001.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui