Lugo, l’avvocato investito fece costruire l’hospice in ricordo della figlia

Tragedia nella serata di ieri a Lugo; è infatti morto investito da un’auto in viale degli Orsini l’avvocato Giovanni Corelli Grappadelli, 82 anni, figura conosciutissima in città, che abitava proprio di fronte al luogo dell’incidente. Travolto dalla vettura condotta da una 29enne di Lavezzola e caricato sul parabrezza, l’uomo è deceduto poco dopo il ricovero all’ospedale a causa delle lesioni riportate nell’impatto. Non sono purtroppo valsi i soccorsi da parte del personale del 118, giunto insieme ai carabinieri di Lugo e agli agenti della Polizia locale della Bassa Romagna. Sulla dinamica sono in corso accertamenti da parte dell’infortunistica.

Stimato professionista, collezionista d’arte (alla sua collezione del ‘900 fu dedicata una mostra tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 alle Pescherie della Rocca), Giovanni Corelli Grappadelli contribuì in modo determinante alla realizzazione dell’hospice di Lugo che dedicò alla figlia. “E’ stato – lo ricorda Davide Ranalli – un avvocato stimato, amante della sua professione, del diritto e della vita, che ha sempre condotto con quel tratto edonistico tipico di chi sa fondere autorevolezza e gioia di vivere. Un uomo colto e animato da un autentico amore per la nostra città. Più di ogni altra cosa amava la sua famiglia, sua figlia Benedetta, a cui, dopo la scomparsa, fece costruire in sua memoria l’Hospice di Lugo, che da oltre dieci anni è un fiore all’occhiello di questo territorio e dà sollievo e assistenza a tanti malati. La sua passione, la sua competenza e soprattutto la sua enorme umanità mancheranno tantissimo alla città, a tutta la comunità”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui