Lugo, in mille a correre e camminare tra monumenti e luoghi caratteristici

A vederli partire così gioiosi dal Pavaglione forse anche l’imponente monumento di Baracca sarebbe sceso volentieri a correre o camminare con loro, e invece si è dovuto accontentare di osservarli gli oltre millecento partecipanti alla LugoRun 21K, la mezza maratona che si è svolta domenica scorsa tra i luoghi più caratteristici della città. Un evento che è stato pensato per festeggiare la decima edizione del Memorial Adriano Guerrini, appuntamento nato nel 2011 e organizzato dal Comitato Territoriale Uisp Ravenna-Lugo per commemorare la figura di un sindaco che diede grande impulso a tutto il mondo sportivo e sotto la guida del quale vennero costruite sia la piscina comunale che lo stadio Muccinelli.

E in questo caso il successo è arrivato ancor prima degli stessi runner.
Oltre ai 320 atleti iscritti alla gara competitiva sui 21 Km, dei quali 285 giunti al traguardo, nella giornata della Festa dei lavoratori sono stati più di 840 i partecipanti alla camminata di 7 Km. Intere famiglie, alcune con passeggini e nonni al seguito, che hanno scoperto o riscoperto le bellezze della città, proprio a partire dal quadriportico del Pavaglione.

Molto soddisfatti anche i gestori dei bar e dei locali della città che, tra le colazioni prima di partire e i pranzi rifocillanti post traguardo, hanno lavorato davvero molto. Agli oltre mille partecipanti infatti, dei quali molti da fuori provincia, vanno aggiunti i loro accompagnatori e il numeroso pubblico che, peraltro, prima della partenza ha potuto assistere al breve spettacolo dei figuranti della Contesa Estense, il palio lughese in programma dal 15 al 22 maggio.


«Quella di domenica è stata una grande giornata per la nostra città – ha commentato il sindaco di Lugo Davide Ranalli – e, simbolicamente, ha rappresentato anche un autentico momento di ripartenza. Una manifestazione che è stata organizzata bene e per questo ringrazio la Uisp oltre all’ufficio eventi del Comune, l’Asd Life Runner, la Polizia locale della Bassa Romagna e i quasi duecento volontari disseminati lungo il percorso».
«Ho visto tante persone con molta voglia di stare assieme – ha sottolineato ancora il primo cittadino lughese – e questo, al di là del significato più strettamente sportivo, è un dato importante dopo questi due anni. Come con la Pedalata di Primavera del 25 aprile i cittadini lughesi rispondono con gioia a questi appuntamenti che noi intendiamo agevolare perché rappresentano un altro elemento di attrattività per Lugo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui