Lugo, il nuovo corso universitario presentato agli studenti del liceo


«Questo corso di Laurea vuole dare una risposta concreta alla richiesta da parte delle imprese del territorio di trovare figure tecniche specializzate».
È quanto dichiarato da Giancarlo Frassineti, dirigente scolastico del Liceo di Lugo, in occasione di un incontro ieri mattina con gli studenti delle classi quinte dei corsi scientifici del Liceo di Lugo per la presentazione del nuovo corso di laurea in Ingegneria meccatronica, con sede a Lugo.
Curata dal prof. Peter Helgesson, all’ìniziativa hanno partecipato il sindaco Davide Ranalli, l’assessore alle Attività Produttive Luciano Tarozzi, il dirigente del servizio Qualità urbana e programmazione Gabriele Montanari, il prof. Luca Corelli Grappadelli, il referente Unitec Paolo Pasini, l’attuale coordinatore del corso di laurea e presidente della Fondazione Super di supporto al corso di Laurea, Lorenzo Marconi, Università di Bologna, coadiuvato dal futuro coordinatore del corso, Gianluca Palli, Università di Bologna.

Del nuovo corso di laurea triennale professionalizzante offerto dall’Università di Bologna, l’avvio è previsto nel prossimo anno accademico, prima presenza dell’Università a Lugo, nell’area ex Iter messa a disposizione dall’azienda Unitec, che ne sta curando la realizzazione logistica, col sostegno dell’Amministrazione comunale di Lugo, di Confindustria Romagna, di 32 importanti aziende del territorio, 12 del territorio lughese, e della Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo.

«La meccatronica studia il modo di far interagire tre discipline, la meccanica, l’elettronica e l’informatica – spiega Frassineti –, al fine di automatizzare i sistemi di produzione, semplificando e sostituendo il lavoro umano. È una scienza ingegneristica; il corso di laurea in ingegneria meccatronica, della durata di tre anni, oltre a lezioni in aula, darà forte valore alla formazione laboratoriale, attraverso sperimentazioni in laboratorio e attraverso un anno, il terzo, in buona parte di tirocinio all’interno delle aziende».

«L’approccio rispetto ai corsi di laurea tradizionali è più imperniato sull’operatività – aggiunge il dirigente scolastico, sul know how, sulla diretta realizzazione in azienda, con il fine, fortemente richiesto dalle aziende, di creare figure altamente qualificate e specializzate».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui