Lugo, il “Moro” di Stradella al Rossini Open

Sicilia: il principe di Cipro che sta per invaderla, si traveste da schiavo nero per accedere alla corte della Regina. La incontra e se ne innamora perdutamente. Questa in estrema sintesi la trama dell’opera barocca “Moro per amore” di Alessandro Stradella, che verrà eseguita questa sera alle 21 nel Chiostro della Collegiata per il festival “Rossini open”, giunto alla sua penultima giornata, con la direzione del massimo esperto della musica stradelliana, il romano Andrea De Carlo, con i cantanti e l’orchestra dello Stradella Young Project.

È l’ultima opera del suo ristretto catalogo, e anche la più ammirata dai posteri, in particolare dal compositore siciliano Salvatore Sciarrino, un grande innamorato della musica di Alessandro Stradella, al quale ha pure dedicato la sua ultima opera andata in scena al Teatro alla Scala nel novembre 2017: Ti vedo, ti sento, mi perdo. Ed è proprio grazie a Sciarrino e al suo insistente desiderio di riascoltarla eseguita dal vivo espresso con Andrea De Carlo (dal 2017 direttore del Festival Stradella di Viterbo e Nepi) che nasce questa nuova esecuzione in tempi moderni al Rossini Open, frutto della collaborazione con l’Ensemble Mare Nostrum.

“Moro per amore”, l’ultima opera di Stradella (1643-1682) è un capolavoro senza tempo composto a Genova nel 1681 su libretto di Flavio Orsini, duca di Bracciano. Sotto il consueto intreccio di travestimenti, amori incrociati, equivoci e gelosie si nasconde un affascinante ritratto storico, politico e sociale della Roma di fine Seicento. Stradella, nacque a Bologna ma visse a Nepi in provincia di Viterbo e successivamente (e in modo alquanto turbolento, fino ad essere ucciso dai sicari di un nobiluomo tradito) a Roma, Venezia e Genova.

L’orchestra dello Stradella Young Project è formata da strumentisti specialisti barocchi che suonano su strumenti originali o loro copie, con prassi esecutiva storicamente informata.

Info: 0545 38542, info@teatrorossini.it, www.teatrorossini.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui