Lugo, fidanzato condannato per circonvenzione poco prima del matrimonio

Lei aveva già sofferto molto per amore. Con un matrimonio alle spalle e un figlio nato da quella relazione, si era ritrovata sola accusando un grave declino psichico sconfinato in un disturbo classificato come “schizoaffettivo borderline”. Ma proprio quando sembrava avere trovato un equilibrio a quel disagio mentale, è arrivato lui, di 16 anni più giovane e disposto a convincerla di esserne innamorato per farsi sposare.

Una storia triste quella che ha come vittima un’intera famiglia, a partire dalla donna, una 49enne residente in uno dei comuni della Bassa Romagna. Ieri il fidanzato quasi sposo, un 33enne romeno, è stato condannato a un anno e quattro mesi dal giudice Natalia Finzi, che lo ha riconosciuto colpevole di circonvenzione d’incapace per una serie di episodi arrivati a un soffio dal fatidico “sì”, assolvendolo però dall’accusa di stalking.

I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui