Lugo, Ermal Meta e Nina Zilli in arrivo a “ScrittuRa”. Il programma

«Un appuntamento frutto di una stretta collaborazione con la Trisi e i promotori del Caffè Letterario, da proporre in vari luoghi storici e suggestivi del territorio. Negli anni passati abbiamo registrato una grande partecipazione, soprattutto di giovani, raggiungendo gli obiettivi che ci siamo posti». Queste le parole di apprezzamento di Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura del Comune di Lugo, nel presentare, assieme a Lorenza Pirazzoli, che ha la stessa carica a Fusignano, e al direttore del Festival, Matteo Cavezzali, l’edizione 2022 di ScrittuRa. Dalla prossima settimana il festival letterario prevede in Bassa Romagna nove giornate di incontri tra Lugo, Fusignano e Cotignola.

Il programma nel dettaglio

Dopo l’intervento della Pirazzoli, che si è congratulata «per l’ottimo cartellone di quest’anno», Cavezzali si è soffermato sul programma a iniziare da Paco Ignacio Taibo II, autore di romanzi importanti e biografo ufficiale di Ernesto Che Guevara, che inaugurerà la rassegna lunedì 6 giugno alle 18 nella sala Estense della Rocca.

ScrittuRa si sposterà poi al parco Piancastelli di Fusignano con due autori attesissimi dal pubblico più giovane: martedì 7 giugno alle 21 Giorgia Soleri, impegnata nelle lotte per i diritti di genere e autrice di una raccolta poetica da tre settimane in classifica, e mercoledì 8 giugno alle 21 Ermal Meta, il cantautore vincitore di Sanremo, autore di un romanzo ambientato nell’Albania del dopoguerra. Si prosegue giovedì 9 al Teatro Binario di Cotignola con Pablo Tricia (alle 21) e il suo racconto dell’affondamento della Costa Concordia.

Gran finale a Lugo

Da venerdì 10 ci si trasferisce a Lugo con cinque giornate fitte di incontri tra il Pavaglione, il chiostro del Carmine e la sala Estense. Si inizia con Loredana Lipperini, voce di Fahrenheit su Rai Radio3, e maestra del genere fantastico, Riccardo Staglianò, autore di una inchiesta sui miliardari del web e della loro gestione del potere da Elon Musk a Mark Zuckerberg, e Marilù Oliva con il suo racconto dei miti greci. Il cartellone prevede sabato 11 Roberto Mercadini con il suo Leonardo contro Michelangelo, Alessandro Vanoli sulla storia del mare, la vice presidente della Regione Elly Schlein e l’editrice Ginevra Bompiani sul mondo dell’editoria, da Calvino a Eco. Domenica 12 sarà il turno di Andrea Marcologo, autrice de “La lingua geniale”, che torna a parlare del mito e di corsa, del direttore d’orchestra Francesco Pasqualetti con un incontro sul tempo di Mozart, di Giorgio Ieranò su Elena e Penelope e di Francesca Cavallo, autrice di “Storie della buona notte per bambine ribelli”.

Lunedì 13 Telmo Pievani, scienziato e divulgatore, parlerà del concetto di serendipità, ovvero dell’inatteso nella scienza, Ilaria Gaspari e Vera Gheno dell’arte di usare le parole, mentre Giulio Ferroni ci porterà alla scoperta dell’Italia di Dante. Si chiude martedì 14 con la cantautrice Nina Zilli, il direttore editoriale Antonio Franchini, a cui si devono la scoperta di libri come “Gomorra” o “La solitudine dei numeri primi” e la filosofa Lucrezia Ercoli sul concetto di nostalgia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui