Lugo, violenta la figlia di 13 anni della compagna: condannato

LUGO. “Papi, non ce la faccio più, non è colpa tua”. Sono parole che fanno gelare il sangue quelle scritte da una ragazzina di 13 al patrigno, dopo la decisione di confessare alla madre di essere costretta a fare sesso con lui. Quella rivelazione choccante ha una data precisa: la sera dell’8 febbraio del 2015. Ieri davanti al collegio penale del tribunale di Ravenna è arrivata la sentenza, che ha condannato a sette anni di reclusione un 40enne all’epoca residente in uno dei comuni della Bassa Romagna, accusato di violenza sessuale aggravata.

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *