La lughese Lorenza Pieri candidata al Premio Strega

LUGO. Il giardino dei mostri è candidato al Premio Strega. Il libro della scrittrice lughese Lorenza Pieri è stato proposto al prestigioso premio da Martina Testa, che così motiva: «Al suo secondo romanzo, Lorenza Pieri mostra già la sapienza di una narratrice esperta: crea sulla pagina un mondo totalmente credibile, costruisce una trama avvincente, scrive dialoghi vivacissimi e realistici, dà vita a personaggi a cui è impossibile non affezionarsi: ha il dono di una lingua mai approssimativa o banale, e di uno sguardo acuto sui dettagli e carico di pietas».

È la storia di due famiglie, i Biagini, contadini e butteri, e i Sanfilippi, membri della borghesia intellettuale romana, i cui destini si incrociano negli anni Ottanta in Maremma; Pieri vi ricama le vicende umane di padri impegnati a conservare un’autorità sempre più precaria, madri che tentano invano di gestire gli equilibri affettivi, figli confusi e irrisolti, mettendo in scena un romanzo corale dal ritmo perfetto con al centro l’adolescente Annamaria, brillante personaggio femminile capace di opporre al generale smarrimento esistenziale una generosa vis comica.

Lorenza Pieri è nata a Lugo di Romagna ma ha trascorso infanzia e adolescenza in Toscana. Dopo gli studi universitari a Siena e Parigi ha lavorato per quindici anni nell’editoria. Dal 2014 vive negli Stati Uniti dove alterna la scrittura di narrativa a quella giornalistica e drammaturgica, nonché alla traduzione letteraria. Nel 2016 le Edizioni E/O hanno pubblicato il suo primo romanzo, Isole minori, che ha vinto quattro premi ed è stato tradotto in cinque lingue.

L’annuncio della dozzina di semifinalisti sarà dato il 15 marzo all’Auditorium Parco della Musica di Roma. La prima votazione e la cinquina sarà il 10 giugno. La cerimonia finale si svolgerà il 2 luglio al Ninfeo di Villa Giulia.

La scadenza per le proposte è il 3 marzo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui