Lucio Dalla, dischi e libri per ricordarlo

BOLOGNA. Sono tanti gli anniversari da celebrare per Lucio Dalla, in attesa dei 10 anni dalla scomparsa che cadono nel 2022. Intanto a trent’anni dall’uscita, arriva “Geniale?” (Pressing Line / Sony Music), la versione rimasterizzata di uno degli album tra i meno conosciuti e celebrati del grande Lucio, realizzato con Gli Idoli, con brani inediti e un testo di approfondimento che ne racconta l’incredibile storia. Registrato dal vivo tra il 1969 e il 1970 e pubblicato nel 1991, conduce alla riscoperta delle radici musicali del cantautore bolognese e del periodo che ha preceduto il suo successo. I brani, che sono stati rimasterizzati dai nastri originali, hanno consentito un restauro esclusivamente in mono per garantire la migliore resa possibile. 

Altra data importante: a cinquant’anni dalla pubblicazione di “4/3/1943 (brano scritto da Lucio Dalla e Paola Pallottino), è uscito il libro “Dice che era un bell’uomo. Il genio di Dalla e Pallottino” di Massimo Iondini per edizioni Primavera. Il saggio contiene anche un inedito di 50 anni fa firmato Pallottino-Dalla, la prefazione di Pupi Avati, l’introduzione di Gianni Morandi, e le testimonianze di Paola Pallottino e di molti colleghi e amici di Lucio, oltre a un’intervista esclusiva a “Tobia” Righi, padre putativo del cantautore.

Altro libro dedicato a Dalla è quello di Salvatore Coccoluto intitolato “Lucio Dalla. La vita, le canzoni, le passioni” in cui si legge: «La cosa che mi piace di più non è mai quella che sto facendo ma è quella che farò il giorno dopo, anche se non la so fare». Coccoluto racconta la Bologna di Lucio: da Anna e Marco a Dark Bologna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui