Luciano Di Prisco nuovo dirigente del commissariato di Imola

Il commissariato di Imola ha un nuovo dirigente. Luciano Di Prisco, 56 anni, è nato a Napoli ma ha sempre vissuto in Puglia dove ha anche ottenuto i suoi principali successi professionali dirigendo diversi commissariati importanti come quelli di Manfredonia, Cerignola e Barletta, ricoprendo inoltre incarichi alla squadra mobile di Bari nelle sezioni antiracket e omicidi. Ha all’attivo 32 anni di servizio e una consolidata esperienza nella lotta alla droga; fra le molte, diresse un’importante operazione che consentì di bloccare un carico di 1.200 chilogrammi di marijuana su un peschereccio che dall’Albania cercava attracco sulle coste pugliesi.

«Ho scelto di trasferirmi qui perché ho sempre sentito parlare bene di questa città e spero di dare il mio contributo, insieme e in raccordo con i colleghi della altre forze dell’ordine per questo territorio – esordisce Di Prisco –. Ho conosciuto il sindaco e ho visto che ha l’età di mia figlia e per questo un po’ mi ha fatto effetto, ho trovato un giovane smart e dinamico. Ho incontrato anche i colleghi delle altre forze dell’ordine dove ho trovato tutte persone più giovani di me e sono contento, nel caso mi servisse un bastone per la mia vecchiaia so di averlo – scherza il nuovo dirigente –. Insieme a loro, e con le istituzioni possiamo formare una grande squadra a tutela del territorio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui