Lucia Falzari e il sito made in Rimini su Anne Lister

Approda venerdì 26 marzo in prima tv assoluta su LaF (Sky 135) la prima stagione della serie “Gentleman Jack. Nessuna mi ha mai detto di no”. L’attrice Suranne Jones interpreta una donna anticonvenzionale e libera nei desideri e nelle passioni, autrice di diari cifrati della sua incredibile vita. Protagonista di questa avvincente storia è una donna realmente vissuta nell’Ottocento, Anne Lister, proprietaria terriera inglese, di Halifax. Episodio dopo episodio sarà possibile scoprire quali siano i punti in comune tra realtà e finzione grazie a una copy e ricercatrice riminese, Lucia Falzari, che circa un anno fa ha dato vita a un sito (www.annelister.it) dedicato interamente a questo grande esempio di libertà.

Falzari, com’è nato il progetto?

«La mia curiosità per Anne Lister è nata dopo aver visto questa serie trasmessa dalla Bbc. Sono rimasta affascinata da questa persona che nel corso della sua vita ha veramente fatto tantissime cose, soprattutto considerata l’epoca in cui viveva. Si interessava di materie diverse (greco, latino, anatomia) e viaggiò tutta Europa. La serie è ambientata proprio nella sua tenuta e questo rende tutto ancora più suggestivo. Mentre mi documentavo sulla sua vita, ho conosciuto Francesca Raia che da Napoli cura la pagina Instagram dedicata alla serie e insieme abbiamo fatto questo sito in cui raccogliere tutto il materiale e continuare le ricerche. Ora siamo orgogliose di poter dire che il sito è stato riconosciuto dall’hub internazionale Packed with potential».

Accanto ai diari di Anne Lister compaiono anche scritti della moglie Ann Walker?

«Sì, abbiamo contribuito anche noi alla sua attribuzione. In un archivio napoletano abbiamo trovato il certificato di morte del fratello, da cui le due donne ereditarono una grande fortuna. Su un diario che erroneamente veniva attribuito a Lister si parlava della morte di un fratello e così abbiamo potuto ricondurlo a Walker».

La figura di Anne Lister quando ha cominciato a emergere?

«Nel 1988 quando Helena Whitbread trovò, tradusse e pubblicò i suoi diari, portando a conoscenza i contenuti, in cui talvolta è molto minuziosa. In base alle ricerche riteniamo che il soprannome “Gentleman Jack” le fu dato dalla tradizione popolare a posteriori, perché né lei né le cronache dell’epoca ne parlano mai».

Al momento si stanno effettuando le riprese della seconda stagione.

Anne Listerprima lesbicadell’era moderna

Nel corso della sua vita, Lister ha scritto oltre 7700 pagine di diario, in cui ha annotato scrupolosamente i dettagli della sua vita privata e lavorativa. A un sesto di questi diari, scritti talvolta in un codice segreto derivato dal greco antico e dell’algebra, Lister affidò i dettagli della sua relazione sentimentale con la compagna Ann Walker. Lister viene ricordata come la prima lesbica moderna non solo per come comprendeva e descriveva la propria omosessualità, ma anche per il suo modo di viverla apertamente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui