Los Angeles: l’Academy Museum di Renzo Piano apre nel 2020 con Fellini

Los Angeles: l'Academy Museum di Renzo Piano apre nel 2020 con Fellini
Era il 29 marzo 1993 quando Federico Fellini riceveva il premio Oscar alla carriera al teatro Dorothy Pavillon di Los Angeles

LOS ANGELES. Anche Los Angeles rende omaggio al riminese Federico Fellini. Un grande tributo con retrospettiva e mostra sul grande regista per i 100 anni dalla nascita sarà tra gli eventi d’apertura nel 2020 (si pensa in autunno) dell’Academy Museum of Motion Pictures. La struttura da 388 milioni di dollari, progettata da Renzo Piano, nasce per essere una “casa” del cinema mondiale, fra storia e sviluppi più moderni (esperienze immersive comprese). Il tributo al maestro italiano è il primo capitolo di un accordo di partenariato quinquennale fra l’Academy e Luce Cinecittà. “È una collaborazione fra le istituzioni cinematografiche più consolidate in Italia e negli Usa, per proporre ogni anno un programma di proiezioni e eventi sul cinema italiano” spiega a Roma, annunciando l’accordo, l’amministratrice delegata dell’Academy of Motion Pictures, Art and Sciences, Dawn Hudson.

“L’Italia è stata una parte importante nel passato degli Oscar, lo sarà anche in futuro”, ha detto Hudson, che è in Italia con il neo presidente David Rubin per la cena in onore dei 200 membri italiani dell’Academy (tra i nuovi membri del 2019 ci sono Verdone, Garrone, Servillo e Giannini) e di Lina Wertmuller, che a fine mese sarà premiata con l’Oscar onorario alla carriera. Alla presentazione, all’hotel St. Regis, è stato mostrato anche un video del 1957 con Federico Fellini a Los Angeles con Giulietta Masina (candidati con “Le notti di Cabiria“, poi vincitore), felice come una ragazzina insieme a Disneyland guidata da Walt Disney in persona: eccola suonare con la banda, ridere sulla giostra. Se l’Italia ha avuto 28 candidature e 11 Oscar vinti, a Fellini ne sono toccati 4, tra cui il primo istituito per il film straniero, nel 1956 con “La strada“. 

Un evento, questo, che rischia di far passare in secondo piano l’attesa apertura del Museo Fellini di Rimini, città natale del regista.

Rendering del Museo Fellini a Castel Sismondo

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *