Longiano, spaccia ai domiciliari: patteggia un anno e torna a casa

Era agli arresti domiciliari e controllato più volte al giorno, ma in piena notte era stato trovato con due estranei per casa che erano andati per comprare droga e consumarla sul posto. Il 49enne G.B. i carabinieri di Longiano, che lo hanno arrestato in flagranza di reato per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope. Dopo un paio di settimane in carcere a Forlì, ieri si è tenuto il processo. Assistito dall’avvocato riminese Andrea Guidi, il longianese ha patteggiato un anno. Essendo questa la prima condanna subita è stato rimandato ai domiciliari.

In precedenza l’uomo era ai domiciliari perché a fine gennaio era stato arrestato a Riccione insieme a un marocchino di 26 anni residente a Rimini con mezzo etto di cocaina. In più il longianese, che era alla guida, si è rifiutato di sottoporsi al test con l’etilometro e all’accertamento tossicologico: è stato quindi denunciato anche per la doppia inadempienza. Oltre a una multa per essere uscito fuori dal Comune di residenza.

Il secondo arresto che ha portato al patteggiamento è avvenuto a Longiano di notte coi militari che lo hanno trovato regolarmente in casa, ma hanno notato sul tavolo del soggiorno un piatto con evidenti tracce del consumo di cocaina e in un’altra stanza due tipi poi segnalati come consumatori. In casa aveva 13 grammi e 130 euro, ritenuti provento di spaccio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui