Longiano, sequestrata discarica abusiva, due denunciati

La Guardia di finanza di Cesena ha sequestrato un’area di 25.000 metri quadrati ridotta a discarica abusiva di rifiuti pericolosi nel territorio longianese e ha fatto scattare due denunce a carico dei responsabili. Con l’ausilio della componente Aeronavale del Corpo, un elicottero della Sezione Aerea di Rimini ha effettuato rilevazioni fotografiche e poi gli specialisti di Arpae di Cesena hanno fatto un sopralluogo nella zona sospetta, dove opera una società che vende automezzi. Sul posto sono stati rinvenuti oltre 100 vecchi mezzi in disuso tra auto e grossi camion, obsoleti e fuori uso, in evidente stato di abbandono e stoccati su superfici prive di impermeabilizzazione per proteggere il sottosuolo. Non solo. C’erano anche numerosi altri rifiuti pericolosi: fusti
contenenti oli esausti, pneumatici usati, materiale edile e ferroso, lastre di amianto, elettrodomestici rotti, cassoni adibiti a ricovero animali. Al termine delle operazioni, gli uomini delle Fiamme Gialle hanno sequestrato le due aree e tutti i rifiuti ivi riversati e hanno deferito all’autorità gudiziaria dei due titolari dell’azienda, per “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”, punibile con l’arresto da uno a tre anni e l’ammenda fino a 52.000 euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui