Longiano, il medico non vaccinato sospeso e subito rimpiazzato

Alla fine, è stato sospeso dall’Ausl il medico di famiglia longianese non vaccinato. Il dottor Gordiano Galassi aveva chiesto un esonero «per ragioni di salute», che suo avviso giustificano il fatto che non abbia ottemperato all’obbligo vaccinale che riguarda tutto il personale sanitario e scolastico, e dal 15 ottobre tutti i lavoratori. Ma l’Ausl, dopo avere fatto attentamente tutte le valutazioni del caso, ha ritenuto di dover rigettare la documentazione prodotta dal medico. E ha disposto che non potrà più esercitare la professione almeno fino a fine anno.

Le voci nel paese collinare si rincorrevano già da qualche giorno, come riportato ieri sulle colonne del “Corriere”. Ora 1.400 persone dovranno cambiare medico e non sarà una passeggiata, sia per la tempistica sia per abituarsi a nuovo professionista, con orari e ambulatorio in luogo diverso. Medico che tra l’altro vedrà “esplodere” di colpo il numero dei propri assistiti e potrebbe trovarsi in difficoltà a servire una platea molto più ampia rispetto a quella a cui è abituato.

Già indicato il sostituto

L’Ausl, contestualmente alla decisione di sospendere il medico che non si è sottoposto a vaccinazione, ha indicato come suo sostituto il dottor Feridoun Movassaghi Gargari. È il professionista che ha preso il posto a suo tempo lasciato dal medico Luciano Guidi, andato in pensione tre anni fa. Opera nell’ambulatorio a Longiano capoluogo, situato nella piazzetta di fianco al municipio di Longiano e di proprietà del Comune. Rimarrà invece chiuso fino a fine anno lo studio Galassi, che si trova a Ponte Ospedaletto di Longiano, in via 1° Maggio, a pochi metri dalla via Emilia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui