Longiano dona un uovo di Pasqua a tutti i bambini residenti

Come l’anno scorso, anche in occasione delle festività pasquali di questo 2021 l’Amministrazione Comunale ha deciso di distribuire un uovo pasquale in dono a tutti i bambini residenti a Longiano (di età 0-14 anni), visto il difficile periodo che stiamo vivendo. Si tratta, infatti, della seconda Pasqua in emergenza sanitaria, una condizione di disagio che i bambini subiscono molto. La distribuzione, a cura dei volontari Valle del Rubicone, rappresentati da Fabio Ceccaroli, è già iniziata il 25 marzo, e continuerà nei prossimi giorni fino a Pasqua.

Il Sindaco di Longiano, Ermes Battistini, sottolinea: «Avevamo sperato tanto di poter consegnare l’uovo pasquale personalmente ai nostri studenti fra i banchi di scuola: purtroppo non è stato possibile in quanto la pandemia da Covid-19 non è stata ancora superata. Come Amministrazione comunale ci siamo fin da subito attivati, sia per far fronte all’emergenza sanitaria, sia per poter mitigare gli effetti di carattere socio-economico che la pandemia ha inevitabilmente prodotto. Continueremo a fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per sostenere le attività, le imprese, le associazioni sportive, ricreative, di promozione sociale del nostro territorio ed essere pronti per la ripartenza. L’uovo di Pasqua che abbiamo deciso anche quest’anno di consegnare ai nostri più giovani concittadini, vuole essere un piccolo riconoscimento per tutte le rinunce alle quali sono stati chiamati in questo anno di pandemia; rinunciare ad andare a scuola, rinunciare a giocare al parco con gli amici, rinunciare a praticare lo sport preferito, rinunciare a tantissime altre cose che la spensieratezza della loro età consentirebbe di fare. Siamo nel pieno della terza ondata, ma come tutti sappiamo da qualche mese è partita la campagna di vaccinazione e ciò ci deve rendere fiduciosi.

L’augurio che l’Amministrazione vuole fare a tutta la nostra comunità, oltre a quello pasquale, è che presto insieme riusciremo a superare questa terribile pandemia, in modo da poter ritornare alla regolarità della nostra vita quotidiana».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui