L’olimpionico Collinelli testimonial per un bike park a Ravenna

RAVENNA -Una raccolta firme per realizzare un Bike Park dedicato ai giovani nei pressi della Darsena, con precisione nell’area dell’ex ippodromo. Un gruppo di persone, riunito in un comitato denominato “Amici del ciclismo”, ha lanciato una petizione su change.org indirizzata al sindaco per chiedere all’amministrazione comunale di inserire nei futuri programmi di investimento uno spazio dedicato alle due ruote.

Lanciata a fine febbraio, l’iniziativa in questo primo mese ha raccolto quasi ottocento firme e l’intenzione dei promotori è quella di consegnare la lista a De Pascale proprio in occasione del passaggio del Giro d’Italia a Ravenna, il prossimo 21 maggio. Come spiega uno di loro, Emiliano Galanti, «vogliamo anche nella nostra città, così come è già accaduto in altre località della Romagna, un parco di avviamento alle varie discipline legate al ciclismo e alla bicicletta: strada, mountain bike, bmx, ma anche uno spazio dedicato a tutti i cittadini pedalatori».

Il modello da seguire sarebbe quello il Tom Dumoulin Bike Park di Sittard, in Olanda, moderno impianto con piste per le varie attività dei ciclisti, disabili compresi. «A Ravenna, infatti, per chiunque voglia avvicinarsi alle due ruote non esiste un spazio adeguato, attrezzato e protetto per allenarsi in sicurezza e tranquillità»

Testimonial di questa iniziativa è Andrea Collinelli, ex ciclista capace di vincere nel 1996 un oro all’Olimpiade di Atlanta, nella specialità inseguimento individuale, e papà di due promesse di questo sport: Sofia, già entrata nel circuito élite nonostante i suoi soli 19 anni, e Luca, nel giro della nazionale giovanile. «Quello dell’ex ippodromo – spiega – è un’area bellissima, oltre che adeguata, dove si potrebbero creare dei percorsi di varie tipologie. Diventerebbe una struttura in cui si potrebbe insegnare ad andare in bici, coinvolgendo anche le scuole. Rispetto al passato, infatti, circa il 30% dei bambini non sa andare sulle due ruote, per i pericoli provocati dalla mancanza di strade e di spazi in libertà e sicurezza».

Il Bike Park, inoltre, nelle intenzioni dei promotori diventerebbe anche un punto di riferimento fondamentale per chi vuole fare agonismo.

«Un parco come questo sarebbe il fulcro del ciclismo ravennate, coinvolgendo le società del territorio. Sarebbe il posto ideale per i ragazzini che vogliono diventare dei corridori – termina Collinelli – scegliendo il tipo di ciclismo da praticare e provare a fare le prime gare».

A chiudere il cerchio sull’iniziativa è il promotore Galanti: «Con questa raccolta firme vogliamo dare il via a un percorso di partecipazione e dimostrare quanto questa esigenza sia sentita dalle famiglie e dai cittadini, contribuire a far emergere in maniera chiara il bisogno di un’infrastruttura che avrebbe numerosi risvolti positivi per la città, e aggregare tutte le associazioni sportive, i gruppi informali, gli appassionati attorno a un obiettivo così importante». Ecco il link per firmare la petizione: https://www.change.org/ravennabikepark

https://www.change.org/ravennabikepark

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui