Dopo la stagione che più di qualsiasi altra in passato ha visto il turismo sostenuto dal camperismo, Lido di Savio vedrà rivoluzionata la fruizione di questo tipo di offerta. L’area di sosta si trasferirà da viale Forlì, dove Ritmo urbanizzerà in cambio della realizzazione del nuovo complesso sportivo, a viale Marina. Con i posti che passeranno da circa 90 stalli a oltre 150 piazzole completamente servite, in prossimità di quello che sarà un grande parco rurale.
I tempi però stringono e, in attesa di una variante che dovrà coinvolgere tutta la parte sud di Lido di Savio per rendere sostenibile l’operazione, si affina il progetto presentato dalla Eugenio Nasolini srl, ovvero l’azienda proprietaria del Camping International.
Negli scorsi giorni infatti sono state chieste dagli uffici comunali integrazioni, ma l’ossatura generale del progetto firmato dall’architetto Mara Bottoni di Arc Lab prevede, in un’area di 4.300 metri quadri, una divisione di circa il 60 per cento dedicata all’area sosta dei camper e nella restante porzione un campeggio. «Proprio questo secondo aspetto porta alla necessità di una variante in sede comunale. Perché a livello regionale – spiega Massimiliano Nasolini – era già stata decretata la destinazione d’uso di quello spazio, dedicato appunto ad area di sosta per i camper. Parliamo però di una porzione di terreno molto ampia e quindi per una sostenibilità economica del progetto abbiamo chiesto di dedicarne una parte minoritaria a campeggio».
L’Amministrazione ha già accettato nella sostanza l’impianto del progetto e ora prosegue il lavorìo burocratico che dovrà precedere l’inizio dei lavori: «L’istruttoria è stata avviata a inizio anno e il progetto è ambizioso: si basa su un’integrazione dello spazio con il parco rurale prospiciente all’area – spiega la stessa Mara Bottoni -. Questa sarà corredata con piantumazioni già cresciute, per renderla immediatamente in dialogo con il verde circostante. Certo, si potrebbe pensare ad una parziale messa a disposizione per tamponare la stagione 2021, ma oggettivamente averla pronta per maggio la vedrei dura».
L’assessora all’Urbanistica, Federica Del Conte, è convinta che alla fine dell’operazione il bilancio, per Lido di Savio sarà molto positivo. « L’articolo 18 (strumento urbanistico di scambio pubblico privato, ndr) che finalmente si concretizza con l’azienda Ritmo ci consentirà, in cambio dell’area di sosta attuale, di fornire il paese di un impianto sportivo da tempo atteso – anticipa la componente di Giunta -. E in parallelo nascerà la nuova area di sosta camper, con spazi più ampi, maggiori piazzole e allestimenti più moderni». Molti però in paese sono preoccupati che i tempi possano non collimare: «Studieremo una soluzione e siamo già al lavoro in questo senso – conclude l’assessora -. Anche una proroga per l’area attuale non è un tabù, se dovesse servire a dare garanzie sulla disponibilità di un’area di sosta per la prossima stagione turistica».

Argomenti:

CAMPER

camping

cervia

lidosavio

ravenna

sostacamper

turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *