L’ex bagno dell’Esercito di Marina di Ravenna riaprirà nel 2020

RAVENNA. Scade alle 12.30 dell’11 settembre il bando per l’assegnazione di una concessione demaniale marittima con finalità turistico ricreativa per uno stabilimento balneare a Marina di Ravenna che prenderà il posto dell’ex “Bagno dell’Esercito”, stabilimento che fino a una quindicina di anni fa era in uso all’Esercito italiano. L’intento dell’amministrazione comunale è che la nuova struttura sia pronta per la stagione estiva 2020.

Il nuovo assegnatario dovrà provvedere alla demolizione dello stabilimento e poi alla ricostruzione di un nuovo manufatto che dovrà risultare coerente con il progetto di riqualificazione dell’accessibilità e delle aree retrostanti gli stabilimenti balneari che interessa tutti i nove lidi ravennati, il cosiddetto Parco Marittimo. Il bando prevede una durata minima di 6 anni per la concessione, con la possibilità di una durata superiore, e comunque non oltre i 20 anni, in relazione all’entità e alla rilevanza economica delle opere da realizzare.

Per partecipare alla procedura, quindi prima della presentazione della domanda, il legale rappresentante dell’operatore economico interessato o un dipendente da questi delegato deve, a pena di esclusione, prendere visione dello stato dei luoghi e dell’area oggetto di concessione mediante sopralluogo concordato con l’Ufficio demanio marittimo del Comune di Ravenna (tel. 0544 482880).

Per partecipare alla procedura i concorrenti dovranno far pervenire la domanda esclusivamente all’Ufficio archivio e protocollo, piazza del Popolo 1 – 48121 Ravenna, entro e non oltre l’11 settembre alle ore 12.30 e, a pena di esclusione, in uno dei seguenti modi: consegna diretta a mano o tramite terzi all’ufficioo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e il giovedì dalle 15 alle 17 o consegna tramite servizio postale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui