Lettera choc a Nanni: “Barbieri ha un piano per ucciderti”

«Fai molta attenzione al tuo amico Pierluigi, perché in carcere a Forlì da una scatoletta di tonno si è costruito un coltello e il giorno del processo a Ravenna in Corte d’Assise ti vuole accoltellare, perché lui dice che gli hai rovinato la vita». Quando Claudio Nanni ha letto queste parole, recapitategli con una lettera nella sua cella dentro il carcere di via Port’Aurea, ha chiamato subito il suo avvocato Francesco Furnari, preoccupato per il tenore di una minaccia di morte dettagliata e particolareggiata, firmata da un anonimo che si definisce come un avvocato in pensione. Una pagina scritta in stampatello, fitta di avvertimenti e insulti è quella arrivata nei giorni scorsi, invettive rivolte control’uomo accusato di aver aver fatto uccidere su commissione la moglie Ilenia Fabbri nel febbraio scorso. Il killer, così come scoperto dagli inquirenti coordinati dal pubblico ministero Angela Scorza, è stato subito individuato in Pierluigi Barbieri. Secondo chi ha scritto quella missiva, ora Barbieri starebbe progettando l’assassinio dell’ex marito di Ilenia e inoltre sarebbe riuscito «a prendere contatti con extracomunitari del carcere di Ravenna (dove si trova il meccanico 54enne), che nei momenti in cui gli agenti della polizia penitenziaria sono assenti ti devono massacrare di botte». (l’articolo completo sul Corriere Romagna in edicola)

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui