L’erosione di un dirupo minaccia una strada a Fognano

BRISIGHELLA. In via monte Visano a Fognano, a poche centinaia dimetri dal paese, l’erosione di un profondo dirupo incide pericolosamente sulla strada e sarebbero addirittura più di 50 anni che la situazione è andata progressivamente peggiorando senza essere mai stata risanata. Ora con la vegetazione rigogliosa il fenomeno è poco visibile, ma i residenti lo conoscono bene e hanno il sospetto che in quel punto si sia creato un vuoto fin sotto la strada. «Sono nato proprio nella casa lì di fronte – afferma Maurizio Nati, già assessore – e mi ricordo che se ne parlava quando ero piccolo, ora ho più di 60 anni. Tempo fa si fece fare un sopralluogo al Genio Civile i cui tecnici dissero che il problema riguardava il Comune di Brisighella. Sono passati i mandati dei sindaci Piancastelli, Bartoli, Galassini, Sangiorgi ,Samorè e Missiroli, nulla è stato fatto. Prima o poi una soluzione si dovrà trovare. Credo comunque che la sistemazione sia molto onerosa».

Sopralluogo e risorse

Il dirupo si affaccia sul fiume e tutto ciò che frana in quel punto vi cade dentro. A Casola Valsenio come si ricorderà per via dell’erosione è precipitato nel Senio l’intero campo sportivo con conseguenze drammatiche. Adesso è informato anche il neo sindaco Massimiliano Pederzoli: «purtroppo – dice – ho ereditato uno stato pietoso per quanto riguarda l’assetto idrogeologico. E il caso non è neppure l’unico: ci sono analoghi cedimenti a ridosso di strade comunali anche a Montecchio e Pideura. Ho incaricato i tecnici di fare un sopralluogo e attendo le relazioni. Stiamo valutando se è possibile accedere alle risorse urgenti per questo tipo di fenomeni, tramite la Protezione Civile».

Situazione pericolosa

Intanto sulla strada è stato messo un cartello provvisorio che segnala il pericolo a ridosso del guard-rail. L’intera frazione è costruita sulle altre sponde del fiume Lamone e del rio Bagno che vi confluisce all’altezza di piazzetta San Pietro. Sono visibili dal ponte, vicino al semaforo. Proprio i dirupi sui due corsi d’acqua sono stati oggetto negli anni passati di imponenti lavori di consolidamento: sono stati eretti muraglioni in cemento a gradoni, pensati a protezione dell’abitato. Ma appena fuori dal paese tali opere non esistono e gli strapiombi sul fiume sono ancora allo stato naturale. E’ qui che ora l’erosione e le piogge minacciano la strada.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui