Lei scoppia a piangere e i carabinieri scoprono 6 chili di “erba”

RICCIONE Li fermano per un controllo, lei scoppia a piangere, scatta la perquisizione domiciliare e scoprono a casa di lui sei chili e mezzo di marijuana sotto al letto. Subito scattate le manette, l’uomo, un albanese di 47 anni, resterà in carcere fino all’udienza di convalida con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

A scoprire il “tesoretto” di “maria” nascosto in due grossi sacchetti di plastica nella casa del 47enne in pieno centro a Riccione sono stati i carabinieri della sezione radiomobile della Perla verde, in occasione di quello che era partito come un comune controllo stradale. A destare il sospetto degli uomini dell’Arma sono state infatti prima alcune discordanze nei dati registrati sui documenti e poi il pianto irrefrenabile della ragazza a bordo dell’auto, un’albanese di 24 anni. Dopo essere stati portati in caserma, infatti, la perquisizione personale (che ha fatto emergere 1000 euro in contanti nelle tasche del 47enne) e quella domiciliare hanno dato un senso sia alle lacrime della giovane, che alle irregolarità sui documenti.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui