Le Rotte Antimafia arrivano anche a Forlì-Cesena

La Romagna dello studio e del lavoro in carovana. È questo il nome della terza tappa di “Rotte Antimafia”, la carovana che arriverà a Forlì-Cesena l’1 e il 2 aprile: dopo Bologna e Ferrara, la carovana per la legalità democratica e la giustizia sociale, che sta attraversando le nove province dell’Emilia-Romagna, fa tappa nella provincia romagnola. Lo scopo: contrastare una povertà e una mancanza di relazioni che altro non fanno che favorire le mafie, attraverso la cultura, l’educazione, l’arte e il volontariato utilizzato come mezzo di monitoraggio attivo del territorio e di costruzione di una rete di impegno.

Il progetto – portato avanti da Libera Emilia-Romagna insieme a Cgil, Cisl, Uil, Arci, Anpi Legambiente e Avviso Pubblico Emilia-Romagna e co-finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali – nasce in un periodo particolare: «L’attuale periodo di crisi economica e sociale e la conseguente desertificazione relazionale – affermano gli organizzatori – anche in Emilia-Romagna favoriscono l’inserimento delle organizzazioni criminali in luoghi nuovi, spesso impreparati al fenomeno e sostanzialmente abbandonati a sé stessi. La necessità di luoghi di aggregazione consapevoli e monitoranti – scuole, luoghi di lavoro, circoli – sui temi dell’infiltrazione mafiosa e dei subdoli meccanismi culturali con i quali cerca di legittimarsi non è mai stata così importante come in questo periodo post-pandemico».

A Forlì-Cesena, i livelli locali di Libera, Cgil, Cisl, Uil, Anpi, Legambiente insieme al Centro per la Pace di Cesena, La scacchiera di Onnon e la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, hanno organizzato le due giornate con un’attenzione alla scuola e al lavoro: venerdì 1 aprile la carovana partirà alle 15 con un corteo in bicicletta dalla stazione di Forlì, in via Martiri d’Ungheria, fino al circolo Arci Games Bond con una breve sosta davanti al Campus Universitario di Forlì, in viale Corridoni. Alle 17, al Circolo Arci Games Bond, si terrà l’incontro sul tema del lavoro con il magistrato Carlo Sorgi, il giornalista Paolo Bonacini, i delegati sindacali del settori della logistica, agricoltura e del turismo, i rappresentanti dell’organizzazione studentesca Unione Degli

Universitari-UDU Forli e la moderazione del referente di Libera Forlì-Cesena Franco Ronconi. Si prosegue con un aperitivo e, alle 19.30, il concerto del gruppo Femme Folk. Sabato 2 aprile, invece, dalle 9 alle 12 ci sarà l’incontro con gli studenti e le studentesse di due classi dell’Istituto Superiore Comandini di Cesena con gli studenti di due quarte superiori. In entrambe le giornate saranno esposti dei pannelli illustranti la storia di Giuseppe Letizia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui