“Le passioni di lord Byron” al teatro Rasi di Ravenna

Volge al termine la terza edizione di “Storie di Ravenna”. E il protagonista di questo episodio è il geniale e avventuroso poeta inglese lord George Gordon Byron, la cui vita fu strettamente legata alla città di Ravenna. Ancora una volta si tratterà di un vero e proprio racconto a più voci, corredato di immagini e letture, che vuole arrivare a un pubblico vasto ed essere anche un momento di incontro e condivisione.
Stasera dalle ore 18 al teatro Rasi “Le passioni di lord Byron” con Giovanni Gardini, iconografo del Museo Diocesano di Faenza-Modigliana; Claudia Giuliani del comitato scientifico Musei di Palazzo Guiccioli; Alessandro Luparini, direttore della Fondazione Casa Oriani; Laura Orlandini, storica dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea in Ravenna e provincia; Veronica Quarti, storica, collaboratrice di “Passato e presente” in onda su RaiStoria/Rai3; Angela Schiavina , maestra di cucina. Letture di Luigi Dadina e musiche di Matilde e Celeste Pirazzini.
Byron giunge a Ravenna nel giugno del 1819. A spingerlo è l’amore travolgente per la giovane e bellissima Teresa Gamba Ghiselli, sposata al conte Alessandro Guiccioli. Tra un convegno clandestino e l’altro il grande poeta inglese si appassiona alla causa dei patrioti italiani (che gli suggerisce tra l’altro il poemetto The Prophecy of Dante) e si affilia alla Carboneria, cosicché, oltre che con la gelosia del conte, dovrà vedersela con le guardie pontificie.
I biglietti sono in vendita al teatro Alighieri tutti i feriali dalle 10 alle 13, giovedì anche dalle 16 alle 18 e al teatro Rasi il giovedì dalle 16 alle 18 e da un’ora prima dello spettacolo (tel. 0544 30227). Ingresso unico 5€ euro.
Info: 0544 36239

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui