Lavoro: più posti disponibili ma le ditte non trovano il personale

Nelle previsioni occupazionali della Camera di Commercio riguardanti il quarto trimestre 2021 le imprese hanno programmato complessivamente 17.240 nuovi ingressi nelle province di Forlì-Cesena e Rimini, di cui 6.870 nel solo mese di ottobre che è in corso.

Nel dettaglio nella zona di Forlì-Cesena l’indagine rileva 3.570 entrate previste nel solo mese di ottobre e 9.010 nel trimestre ottobre-dicembre 2021, con una variazione all’analogo periodo del 2020 di +4.220 entrate previste, mentre sullo stesso periodo del 2019, pre covid, la variazione è comunque positiva di +2.230.

I contratti previsti per le entrate nel mese di ottobre riguardano per il 77,6% lavoratori dipendenti (tempo determinato, indeterminato, apprendisti, altri alle dipendenze) con oltre 6 punti percentuali in meno rispetto al periodo precedente, il restante 22,4% sono lavoratori con forme contrattuali diverse (collaboratori, in somministrazione, altri non alle dipendenze).

Le entrate previste nei primi 5 settori di attività, nel mese di ottobre 2021 e nel trimestre fino a dicembre ammontano, rispettivamente a: 530 e 1.150 per i servizi di alloggio e ristorazione e servizi turistici, 520 e 1.560 per il commercio; 340 e 940 per i servizi alle persone; 320 e 850 per le industrie meccaniche ed elettroniche; 310 e 690 per i servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone.

Meno giovani

Le previsioni di assunzioni per i giovani con meno di 30 anni riguardano il 27% dei casi (-3% rispetto al mese precedente), mentre l’11% delle entrate previste è destinato a personale laureato (-1%). Il 16% delle assunzioni programmate riguarda dirigenti, specialisti e tecnici (media nazionale 20%). In 41 casi su 100 le imprese prevedono difficoltà a trovare i profili desiderati, specie nelle aree direzione e tecniche di progettazione.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui