Lavoro, Federcoop Romagna: 6 milioni di fatturato e più assunzioni

L’obiettivo dei sei milioni di euro di fatturato, anche grazie a 18 assunzioni e a nuovi servizi. La fotografia del 2022 di Federcoop Romagna, la società di consulenza e servizi avanzati alle imprese di Legacoop, prevede una crescita del 12%, che porterà per la prima volta il totale dei ricavi a quota sei milioni di euro. Attesi in forte sviluppo anche il risultato operativo e il risultato ante imposte. Per fare fronte al nuovo volume di lavoro saranno realizzate 18 nuove assunzioni, che porteranno il personale a superare le 100 unità. Nella prossima primavera Federcoop aprirà una nuova sede a Forlì, dopo che nel 2021 sono stati inaugurati nuovi uffici a Cesena, Rimini e Ravenna. Tra le novità anche la partenza della “Federcoop Academy” rivolta alla formazione interna del personale, e l’apertura del servizio di consulenza assicurativo in collaborazione con Assicoop Romagna Futura e Unipolsai. A crescere in termini di volume sarà soprattutto il settore paghe, su di 640.000 euro, ma sono previsti risultati positivi per tutte le aree di attività: fiscale, legale, lavoro, consulenza direzionale, ambiente e servizi avanzati. Il totale dei ricavi del preconsuntivo 2021 conferma le previsioni e si attesta a circa 5,3 milioni di euro, con un risultato in utile ante imposte di oltre 108.000 euro. A conferma, dichiara il presidente Mario Mazzotti, che la fusione delle tre società di servizi di Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena ha fatto nascere “un soggetto più importante della somma dei singoli addendi, un punto di riferimento per il movimento cooperativo, non più solo a livello romagnolo, ma nazionale. Non era un risultato scontato”. Ora per Federcoop le sfide sono due, aggiunge Mazzotti: rafforzare l’identità cooperativa dei servizi e costruire nuovi progetti e opportunità di mercato. Soddisfatto l’amministratore delegato Paolo Lucchi: “Non ci siamo fatti inibire dalle preoccupazioni e abbiano continuato ad ascoltare le esigenze delle cooperative romagnole”. Le scelte compiute hanno consentito, aggiunge, “anche in un anno difficile come questo, di fornire risposte puntuali e di ampliare la nostra offerta, con nuovi servizi richiesti dalle imprese, proprio perché vogliono continuare a crescere”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui