L’ambiente in un podcast, ecco le storie positive di sostenibilità

L’ambiente si può ascoltare. Non solo, però, standosene a sentire le onde del mare o i rumori di un bosco. Ascoltare la sostenibilità può voler dire vivere, grazie a un podcast, tutte quelle storie di persone che hanno saputo dare un senso profondo e concreto al rispetto dell’ambiente. Ecco, dietro a R Stories, la prima serie podcast del Gruppo Hera, prodotta da Chora Media, c’è un po’ tutto questo. I protagonisti, attraverso un uso intelligente delle risorse a loro disposizione, hanno creato qualcosa di bello per sé e per gli altri, e sono diventati così essi stessi metafora delle “cinque R della sostenibilità”: gli imperativi ricicla, recupera, riusa, riduci, rigenera. Azioni semplici, alla portata di ciascuno di noi, che possono diventare la chiave per costruire un futuro migliore. R Stories dà il via al più ampio progetto della società dal nome Tracce: la multi-serie podcast pensata dal Gruppo Hera per trasmettere in modo originale i propri valori e avvicinare alle tematiche ambientali un pubblico sempre più vasto.

I cinque episodi di R Stories, da circa 20 minuti ciascuno, sono narrati dalla scrittrice, divulgatrice ambientale, podcaster e dj Paola Maugeri, e arricchiti dalle voci degli stessi protagonisti e da interviste a celebri personaggi, come Davide Cassani, oggi commissario tecnico della nazionale di ciclismo su strada e amato commentatore sportivo, e il velista Giovanni Soldini, autore di memorabili imprese sportive. Il primo episodio è disponibile gratuitamente sulle principali piattaforme audio (Spotify, Apple Podcast, Spreaker e Google Podcast), con una nuova uscita ogni domenica fino all’11 luglio. Il progetto podcast Tracce, con la sua prima serie R Stories, si aggiunge all’impegno più generale dell’azienda – oggi una delle maggiori multiutility italiane – per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini rispetto a questi temi, partendo con l’esempio positivo di chi ha saputo fare la differenza. ‘Tracce’, infatti, è tra le parole che meglio descrivono il nostro tempo. Oggi il riscaldamento globale impone una profonda riflessione su ciò che lasciamo dietro di noi e che plasma inevitabilmente anche il tempo a venire: impronte di cui altri dovranno pagare il conto, ma anche eredità trasmesse da chi ha voluto lasciare un segno positivo, a beneficio delle comunità presenti e future.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui