L’Amarcor Rimini Marathon corre sulle strade di Fellini

RIMINI. Dal percorso, che passerà per Borgo San Giuliano e per le “sue” strade, ai punti di ristoro coi personaggi più famosi dei film, a partire dall’arcinota tabaccaia. A Rimini, nell’anno di celebrazioni per i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini, anche la maratona del prossimo marzo diventa, appunto, felliniana. Basta dire che si chiamerà Amarcor (senza “d”) accostando “amar” o “mar” (mare) e “cor”, che può essere interpretato sia come “cuore” che “correre”. La manifestazione, fissata per il 21 e 22 marzo e che sul manifesto ha in primo piano l’inconfondibile profilo di Fellini rivisitato dal pittore riminese Gianni Caselli, con tutta probabilità sarà aperta da “scureza” – altro celebre personaggio di Amarcord – a bordo della sua motocicletta.

A tema anche il concorso di disegno lanciato nelle scuole elementari, che premierà i lavori più significativi giudicati, guarda caso, dalla nipote del maestro Francesca Fabbri Fellini. «Fellini diceva “tutto si immagina”, diventato il fil rouge di quest’anno del Centenario – sottolinea l’assessore comunale allo Sport Gian Luca Brasini -. Sette anni fa un gruppo di appassionati della corsa e amanti di Rimini ha immaginato di mettere in piedi la prima maratona cittadina e l’ha trasformato in una bellissima realtà». Oggi, conclude, la Rimini Marathon «è un appuntamento immancabile del nostro calendario sportivo e dunque non poteva non partecipare alla festa di compleanno per Federico Fellini, un “compleanno lungo un anno” contrassegnato da tanti eventi e iniziative che spaziano dalla musica, all’arte, passando anche per lo sport».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui