IMOLA. Resta ricoverato in prognosi riservata, ma per fortuna non in pericolo di vita, il carabiniere 48enne di Imola travolto e ferito da un ladro in fuga la notte scorsa. I suoi colleghi del Comando carabinieri di Imola sono ora a caccia dell’uomo alla guida dell’auto in fuga, e dei suoi complici, per il quale si profila l’accusa di tentato omicidio. L’allarme è scattato alle 3.30 di questa mattina per un furto con spaccata in una tabaccheria di Fusignano, nel Lughese. Alcun testimoni avevano avvisato il 112 del tentato furto e della fuga dal posto del colpo di un’Alfa 159 poi risultata essere stata rubata a Imola il 26 giugno scorso. La segnalazione di ricerca inviata dalla centrale operativa ha fatto sì che una pattuglia di Imola intercettasse quella vettura ferma al semaforo rosso all’incrocio tra via Lughese e via Cavallazzi, in zona Mordano. La pattuglia di militari prima ha sbarrato loro la strada con l’auto di ordinanza, poi i militari sono usciti intimando l’alt, a quel punto mentre due componenti della banda si dileguavano nei campi e solo due restavano a bordo, l’uomo alla guida all’improvviso ha ingranato la prima, puntando su uno dei militari, investendolo in pieno per guadagnarsi la fuga. Il militare è stato trasportato in eliambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Bologna per un politrauma per cui i medici si sono riservati la prognosi anche se per fortuna non si trova in pericolo di vita. Dei banditi intanto nessuna traccia, l’auto usata per la fuga è stata ritrovata bruciata a Bologna questa mattina stessa.

Argomenti:

carabinieri

imola

investimento

tentato omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *