Ladri alla profumeria Vallechiara: sparite essenze per 40mila euro

L’azoto liquido per congelare il lucchetto della saracinesca. Un cappuccio per azzittire l’urlo del sistema d’allarme che però una volta partito ha comunque attirato l’attenzione sparando fumo. È la tecnica d’assalto usata dalla batteria di ladri che nella notte tra domenica e lunedì ha ripulito con scientifica precisione gli scaffali ed il magazzino della profumeria Vallechiara di viale Dante: hanno infatti portato via solo profumi griffati Yves Saint Laurent e Chanel, per un valore complessivo, secondo le stime della proprietà, di circa 40mila euro.

Il colpo

Erano le 3 circa quando il sistema d’allarme che non è dotato di telecamere, è entrato in funzione. Un manipolo di ladri (il numero non è stato ben precisato neppure da un testimone) ha prima incappucciato con un panno la sirena esterna dell’allarme e poi “gelato” il nottolo che assicura la chiusura della saracinesca. Quindi, presumibilmente con un piede di porco, è stato fatto saltare.

L’allarme ha iniziato a suonare quando i ladri hanno sollevato la serranda. Una volta dentro con sicurezza hanno puntato solo alle boccette delle due prestigiose “griffe” della moda francese, il che fa ipotizzare un furto su commissione.

I malviventi hanno quindi razziato in pochi secondi tutte le confezioni delle essenze di Yves Saint Laurent e di Chanel che hanno trovato.

Singolare la circostanza che per portare via tutta la merce arrivata in negozio da meno di una settimana, i malviventi non avendo dei sacchi siano stati costretti a “prendere in prestito” i contenitori della raccolta differenziata di alcuni alberghi vicini alla profumeria. Una volta riempiti i bidoni, i ladri si sono allontanati in direzione del porto. La visione delle riprese delle telecamere di sorveglianza, sia pubbliche che private della zona, potranno essere di grande aiuto alle indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Riccione arrivati sul posto una manciata di secondo dopo la fuga dei ladri.

Il precedente

Lo scorso marzo la profumeria Valleverde era già finita nel mirino dei malviventi. Il colpo però quella volta era fallito, grazie al tempestivo arrivo di una pattuglia dei carabinieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui