Imola, la TeaPak inaugura la sede dopo due anni di lavori

Taglio del nastro per il nuovo stabilimento della TeaPak in via Bicocca, a due anni dalla posa della prima pietra. Alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, del sindaco di Imola Marco Panieri e dei vertici dell’azienda si sono inaugurati gli spazi produttivi e amministrativi del nuovo stabilimento della multinazionale che dal 2001 è sede europea per la miscelazione e il confezionamento di tè e tisane biologiche prodotte a marchio Yogi Tea, multinazionale con sedi negli Usa e in Germania e negli ultimi anni è arrivata a Imola. Un’area industriale che si sviluppa in 12 mila metri quadrati suddivisa in zona produttiva, una per uffici e una dedicata agli impianti. La creazione di questo intervento è costato circa 25 milioni di euro e permetterà un raddoppio dell’attuale produzione, che a fine 2021 si attesterà a circa 900 milioni di bustine prodotte, occupando più di cento persone. Performance che, a pieno regime, arriverà a quadruplicare i risultati. Il progetto è stato realizzato seguendo le più recenti disposizioni nel campo della qualità alimentare e della sicurezza sul lavoro. «La TeaPak insieme alla Yogi Tea – ha commentato Andrea Costa, fondatore e amministratore delegato della TeaPak – hanno messo le radici a Imola. La nostra missione è continuare a creare benessere con i prodotti che produciamo e vendiamo in tutto il mondo». A dare «valore aggiunto all’operazione» c’è anche il fatto che è stata realizzata «a chilometro zero grazie alla progettazione di Open project e – sottolinea Costa – la costruzione curata da Cefla, che ha coinvolto anche Cti e Cims». Un radicamento e una proiezione verso lo sviluppo del territorio salutata positivamente dal presidente Stefano Bonaccini. «Questa azienda è un altro esempio delle storie virtuose di impresa della nostra terra. Una realtà locale che nel tempo ha saputo costruire alleanze internazionali e ora è protagonista nel mercato mondiale. Questo importante investimento – ha aggiunto Bonaccini – è anche la conferma della dinamicità e della competitività delle nostre imprese manifatturiere e della Food valley». Infine «va dato merito ai vertici di TeaPak di avere creduto nella nostra città, scegliendo di costruire qui anche il nuovo stabilimento» ha aggiunto il sindaco Panieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui