La super-nonna di Rimini: «A 102 anni ho battuto il Covid»

Centenaria vince la battaglia contro il Covid e passa l’isolamento a ricamare per beneficenza. Il virus non ha risparmiato la signora Giacomina, detta Mina, 102 anni, anche se per fortuna senza complicazioni.

Signora Giacomina, quando è successo e come ha affrontato quel momento?

«Nel novembre scorso, ma essendo asintomatica quasi non me ne sono resa conto. La parte peggiore è stata l’isolamento e non vedere più i parenti, se non attraverso un tablet. Così, per passare le giornate e far del bene, ho cominciato a ricamare tovaglie che, una volta messe in vendita, avrebbero assicurato fondi ai missionari. Ormai uso solo l’uncinetto, perché l’ago mi sfugge di mano. I soggetti che preferisco restano quelli floreali. Prima della pandemia eravamo una trentina di signore con la stessa passione. Ci incontravamo e per ottobre preparavamo insieme i nostri lavori per aiutare chi soffre».

Vede una fine per questo momento così difficile?

«È un vero incubo e non si riesce a capire quando terminerà. Mi preoccupa il fatto che ci sia molta gente irrispettosa delle regole: pensi che la mia ultima badante era no vax. Io invece ho dato la mia adesione alla campagna vaccinale fin da gennaio. Tutti dovremmo aiutarci e proteggerci a vicenda ed invece c’è chi non si cura degli altri».

Lei si è sempre presa cura degli altri e ha vissuto a lungo: l’isolamento è stato il momento più difficile della sua esistenza?

«Penso che ci siano cose peggiori dell’ammalarsi. Mi hanno raccontato dell’influenza spagnola, che peraltro non ha colpito nessuno della mia famiglia e so cos’è la guerra. Ma per me il dolore più grande è stato perdere le persone che amavo, da mio marito a mia sorella Lidia, con cui, rimaste entrambe vedove, ho abitato a lungo. Purtroppo nel 2013, dopo esser caduta in depressione, ha smesso di mangiare e si è arresa. Ora mi restano Laura e Gianfranco, i miei fratelli minori, ma per il virus non posso incontrarli, né tanto meno abbracciarli».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui