La stazione di Rimini raggiunge il mare, lunedì partono i lavori

RIMINI. Dopo alcuni interventi propedeutici eseguiti nei mesi autunnali, partiranno lunedì 17 gennaio i lavori per la realizzazione dei nuovi sottopassi che consentiranno di migliorare l’accessibilità e i collegamenti della stazione, a partire dallo sfondamento del sottopasso centrale, lato mare. Sono le opere inserite nel protocollo d’intesa tra Comune, Rete Ferroviaria Italiana, FS Sistemi Urbani e Regione Emilia-Romagna. 

Si tratta di un intervento particolarmente atteso, che consentirà la ricucitura tra il centro storico e la marina mettendo a sistema anche i servizi presenti in stazione con tutta la zona turistica. Oltre all’evidente potenziamento sotto il profilo funzionale (il sottopasso permetterà ad esempio un flusso diretto tra l’area di sosta della stazione ferroviaria e la marina), la nuova infrastruttura assume anche un valore più simbolico costituendo, quello della stazione verso via Monfalcone, un vero e proprio “muro” che separa la parte a mare e quella storica di Rimini.  

Lo “sfondamento” del sottopasso centrale consentirà infatti il superamento della separazione tra zona mare all’altezza viale Trieste e il rinnovato piazzale Cesare Battisti. Sarà un passaggio “a uso promiscuo”, sia da parte dei cittadini che lo useranno come percorso di attraversamento monte – mare, sia dei viaggiatori che si recano sui binari. Le opere prevedono anche la riorganizzazione dell’atrio storico della stazione, con la predisposizione di nuovi percorsi pedonali e di sistemi automatizzati (scale mobili e ascensori) per garantire la piena accessibilità e funzionalità. L’area di accesso esterna lato mare sarà organizzata in modo da essere accessibile ai taxi e ai servizi di trasporto. I tempi di esecuzione dell’intervento sono valutati in circa 24 mesi, periodo durante il quale sarà riorganizzata la mobilità intorno a piazzale Carso. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui