La Regione per gli anziani: residenzialità, domiciliarità e cohousing

Residenzialità, domiciliarità e cohousing. Sono le tre direttrici su cui si muovono le politiche della Regione Emilia-Romagna in materia di anziani e disabili. Viale Aldo Moro è “fianco a fianco ai Comuni per tenere botta in questi anni resi ancora più complessi da una pandemia che colpisce la socialità facendo aumentae i divari già esistenti”, sottolinea la vicepresidente Elly Schlein intervenendo questa mattina a Rimini alla presentazione della ricerca “Traiettorie di cura degli anziani, tra nuovi bisogni di assistenza, riabilitazione e prevenzione nella società postpandemica.
Un’analisi sociologica sul territorio riminese”, condotta dall’Alma Mater per la società cooperativa Dolce di Bologna.


Con la pandemia, argomenta, sono emersi nuovi bisogni e servono dunque politiche che “non mettano in conflitto difficoltà diverse delle persone fragili”. Da qui la volontà di riscrivere il Piano sociosanitario regionale attraverso un percorso partecipativo con diversi incontri sul territorio, “ascoltando la voce degli operatori e del terzo settore per sapere cosa funziona e cosa no”. E facendo conto, sottolinea la vicepresidente, che “ci sono strumenti e risorse senza precedenti”, dai 105 milioni di euro dal Pnrr per i prossimi quattro anni ai 520 del Fondo regionale per la non autosufficienza. Le azioni, precisa, vanno nella direzione della qualificazione della residenzialità attraveso l’innovazione tecnologica, per cui si cercano risorse dato che non ce ne sono da Pnrr; degli investimenti sulla domiciliarità; sul cohousing e dunque la condivisione di spazi e servizi per preservare l’autonomia. Insomma, conclude Schlein, il claim è presa in carico “rotonda”, anche grazie alla Case della comunità e a forti investimenti sui vari servizi, anche educativi, per eliminare le disuaulianze che pesano sopratutto sulle donne. “La cura non è un fatto individuale o familiare. Occorre rafforzare l’aspetto della presa in carico”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui