RAVENNA. Mentre Ravenna si prepara a festeggiare nel 2021 i 700 anni della morte di Dante Alighieri, non mancano in tutto il Paese iniziative per celebrare il Sommo Poeta. Come la grande esposizione a Rovigo. Ancora pochissimi giorni e le porte di Palazzo Roncale riapriranno i battenti per chi è in attesa di visitare la mostra dedicata a La Quercia di Dante e l’omaggio al Divin Poeta proposto dalla mostra Visioni dell’Inferno. Dorè, Rauschenberg, Brand. Ma per prepararsi alla visita o per chi non potrà ammirarla che da remoto, nel sito di Palazzo Roverella (www.palazzoroverella.com) è già a disposizione il virtual tour della doppia rassegna. Quattro le sezioni, una per ciascuna area di mostra, che si possono aprire visualizzando la panoramica delle sale e nel dettaglio i singoli gruppi di opere o i reperti in mostra. Le immagini ravvicinate compaiono affiancate da un testo sintetico e descrittivo del contesto. In più, il visitatore ha a disposizione brevi video nei quali Alessia Vedova, co-curatrice della mostra, illustra i tre artisti coinvolti (Gustave Dorè, Robert Rauschenberg e Brigitte Brand) o altri aspetti peculiari dell’esposizione. Il virtual tour è una iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, istituzione che ha promosso la mostra allestita al Roverella.
La Quercia di Dante ha sollevato un interesse molto ampio. Interesse tuttavia frustrato dalla quasi immediata chiusura dell’esposizione a causa del Coronavirus.
Tra pochi giorni le sale di Palazzo Roncale potranno tornare ad accogliere i visitatori e già è stato deciso che la mostra sarà prorogata sino a metà luglio. Non solo: sarà nuovamente visitabile a partire dal 19 settembre, in concomitanza con l’apertura nell’attiguo Palazzo Roverella della grande monografica su Chagall, sino al 17 gennaio 2021. Entrando così nell’Anno che l’Italia e il mondo dedicano al ricordo di Dante.

Argomenti:

dante

mostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *