La Polstrada di Rocca chiude il 29 giugno

Dopo mesi di battaglie il 29 giugno chiuderà definitivamente il distaccamento della Polstrada di Rocca. La caserma si svuoterà e i 5 agenti ancora in servizio sul territorio avranno altre destinazioni. Un epilogo che in tanti, a cominciare dai sindaci e dal Comitato Ss67 hanno cercato di scongiurare per mantenere il prezioso servizio di controllo sul territorio degli agenti della polstrada. Proteste, appelli di politici, manifestazioni, raccolta firme non sono riusciti a scongiurare la chiusura del presidio e il Comiatato Ss67 ha già annunciato che non si arrenderà e farà di tutto per far riaprire la caserma.

«Gli agenti verranno trasferiti in altre sedi, in particolare il comandante andrà in Questura e gli altri 4 agenti saranno in servizio alla sezione di Forlì – afferma Roberto Meloni del Sap – ma di fatto non sarà un aumento di organico perchè il territorio di Rocca sarà comunque da coprire e si dovrà fare da Forlì. Si tratta di un arretramento rispetto alle esigenze del territorio, basti pensare a cosa succederà quando ci saranno nevicate abbondanti e incidenti, gli agenti dovranno partire da Forlì e impiegheranno molto più tempo ad arrivare. Inoltre, se consideriamo che la caserma di Rocca non costava nulla tagliare il presidio senza considerare le conseguenze non è il modo per risolvere i problemi. In questo caso non c’è un guadagno effettivo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui